Glavni cilj projekta :  Inovativnost

Priorità secondarie: Educazione e pratiche innovative nell’era digitale

  •   Promozione della qualità del lavoro nel settore gioventù
  •   Innovazione e riconoscimento del lavoro nel settore gioventù
  •   Promuovere il coinvolgimento, la connessione e potenziare le abilità dei giovani

La disoccupazione giovanile ha sempre più effetti permanenti sul reddito e sulla stabilità dell’occupazione, i giovani che ne sono colpiti si affacciano al mondo del lavoro con poche esperienze lavorative, e mostrano sempre meno sicurezza e determinazione nel rapportarsi con le opportunità del mercato del lavoro e con le difficoltà che possono incontrare durante la loro vita lavorativa. Il mondo del lavoro è diventato un ambiente sempre più competitivo, soprattutto per i giovani. La disoccupazione giovanile nell’Unione Europea è maggiore rispetto ad altri gruppi di età. Questo diventa un problema maggiore quando parliamo di giovani che provengono da gruppi sociali a rischio. I giovani affrontano problemi sempre maggiori quando si tratta di entrare nel mercato del lavoro. I giovani che hanno meno opportunità lavorative, NEET, persone economicamente svantaggiate e giovani migranti, per poter trovare e mantenere un lavoro, devono dimostrare capacità lavorative rilevanti e specifiche. Il problema è che non ci sono molte opportunità disponibili per i giovani per ricevere consigli che li guidino nella loro carriera, acquisire nuove capacità e competenze, e prepararsi per il mercato del lavoro in modo da poter essere qualificati e abbastanza competitivi.

Il Progetto EMPLOY ha realizzato un e-Hub di tutoraggio online multilingue, dove i giovani possono trovare:

  •    Advice (Consigli) - tramite il manuale EMPLOY sulle capacità e competenze lavorative che fornisce consigli per l’ingresso nel mondo del lavoro
  •    Mentoring topics (Argomenti sui quali ricevere mentoring) - fornisce una completa descrizione dei percorsi di tutoraggio da seguire nella fornitura di servizi ai giovani utenti,
  •    Mentoring Tools (Strumenti per il Mentoring) – forniscono una descrizione dei metodi di applicazione previsti per consentire il processo di tutoraggio: comunicazione online attraverso sessioni online,
  •    Peer learnings (Apprendimento tra Pari) – consente a ragazzi che provengono da paesi diversi di comunicare tra loro e scambiare informazioni, in modo da favorire ulteriormente il processo di tutoraggio,
  •    Materiali di apprendimento utili e adeguati.

Ultimo ma non per questo meno importante, il progetto EMPLOY, incentiva l’empowerment dei giovani che provengono da ambienti a rischio, fornendo loro le conoscenze e capacità necessarie che possono aiutarli nel conseguimento dei loro impegni personali e professionali.

Le principali sfere di impatto:

  •    Gli operatori giovanili che lavorano nel settore del tutoraggio e dell’orientamento professionale potranno rafforzare sia la loro consapevolezza sui problemi che i giovani disoccupati devono affrontare sia sui vantaggi della connettività online e i networking, e nel mentre accrescere la loro motivazione nell’aiutare questi giovani, soprattutto quando provengono da gruppi socialmente a rischio;
  •    NEETS, potranno beneficiare dello spazio online per il social networking, del tutoraggio, e dello sviluppo di capacità che li aiuterà nel processo di integrazione nel mercato del lavoro;
  •    I giovani con scarse opportunità lavorative riceveranno supporto per corsi di formazione speciali, consulenze professionali sul campo lavorativo, e tutoraggio da parte di persone che capiscono le loro sfide e problematiche per quanto riguarda la ricerca e il mantenimento di un appropriato posto di lavoro;
  •    I giovani economicamente svantaggiati saranno guidati su come identificare e candidarsi alle offerte di lavoro disponibili o come trovare e utilizzare le risorse di formazione più rilevanti che contribuiranno al loro sviluppo professionale e soddisfazione personale;
  •    Giovani migranti e rifugiati riceveranno speciali corsi di formazione, tutoraggi e supporto che forniranno loro informazioni e consigli che riguardano: i loro diritti e responsabilità lavorative, opportunità per sviluppare nuove capacità e formazione mirata all’impiego.

   Manuale EMPLOY sulle capacità e competenze - Creato come un insieme di parole chiave, capacità e competenze che i giovani dovrebbero possedere per entrare con successo nel mercato del lavoro e proseguire nel loro sviluppo professionale. Il manuale sulle capacità e competenze è innovativo per quanto riguarda l’idea principale, e nell’essere il primo tentativo di creare un quadro transnazionale con portata Europea. Attualmente, non esistono linee guida con obiettivi e contenuti, nessun manuale su come focalizzare al meglio gli sforzi nelle competenze di occupabilità, orientamento professionale, e tutoraggio per i giovani a rischio. Il manuale contiene diverse parti con importanti informazioni, suggerimenti e buone pratiche per i giovani che riguardano la loro integrazione nel mercato del lavoro, che possono essere applicate non solo per coloro che sono coinvolti nel network di EMPLOY, ma anche per altri giovani che stanno affrontando problemi simili in contesti differenti. Il manuale si basa sulla formulazione e i principi del Quadro Europeo delle qualifiche che permette visibilità e comparabilità attraverso l’Europa. Il manuale è una sintesi ultima di tutti i programmi per incoraggiare i giovani provenienti da gruppi a rischio nei paesi partner, in Europa e su scala internazionale. Il manuale fornisce poi una descrizione degli obiettivi formativi che i giovani acquisiranno con l’uso dei servizi forniti dall’ EMPLOY mentoring e-Hub. Il manuale di EMPLOY sulle capacità e competenze è distribuito gratuitamente ed è disponibile sulla piattaforma, e sui social media

   Policy Toolkit - è un insieme innovativo di raccomandazioni per i decisori politici e altri stakeholder chiave a tutti i livelli, con l’obiettivo di migliorare le politiche giovanili nel contesto della promozione e dell’integrazione nel mercato del lavoro per i giovani provenienti da gruppi a rischio. I Policy toolkit si baseranno sulle sintesi dei risultati delle precedenti attività del progetto EMPLOY e includeranno l’attuazione e/o miglioramento delle politiche e delle linee guida, delle misure educative, e una tabella di marcia per ulteriori attività di trasferimento delle conoscenze. Il toolkit sarà disponibile online in 6 lingue, scaricabile e adattabile alle esigenze istituzionali di tutte le politiche pertinenti attuate da decisori e stakeholder nel settore dell’occupazione giovanile. Le piattaforme e i servizi di tutoraggio sono solo alcuni degli strumenti che sono a disposizione delle future generazioni per prepararsi alle sfide del mercato del lavoro in Europa e per perseguire le proprie idee in una prospettiva sostenibile e a lungo termine. Il toolkit rispecchierà le lezioni apprese dalle diverse sessioni di tutoraggio di mobilità; le formazioni degli operatori giovanili per tutor; la continua comunicazione durante il progetto con i gruppi di riferimento e gli altri stakeholder, i feedback forniti attraverso il mentoring di e-Hub, il processo di elaborazione del manuale di EMPLOY sulle competenze e capacità. La sintesi delle conoscenze apprese durante questo progetto verrà inserite nel contesto dei 5 paesi dell’Unione Europea rappresentati nel partenariato e nel panorama generale dell’Unione Europea. Saranno delineate e sottolineate le buone prassi che si sono stabilite e verranno fornite le conoscenze comprovate che potrebbero influenzare lo sviluppo delle politiche europee e nazionali nell’abbattimento delle barriere e nella responsabilizzazione dei giovani che entrano nel mercato del lavoro. Il Policy Toolkit ha come oggetto di informare i decisori politici e i decisori a tutti i livelli, da quello locale, regionale e transnazionale, sulle conclusioni chiave del progetto. È destinato, tra gli altri, alle autorità nazionali e dell’Unione Europea nel settore. Inoltre, il toolkit sarà incentrato sul ruolo chiave degli operatori giovanili nel supporto alle innovazioni sociali, nel processo di mentoring e la necessità di armonizzare le continue formazioni con la metodologia dell’EMPLOY per fornire tutoraggio ai giovani innovatori sociali.